Italiano



LE POPOLAZIONE DELLE FORESTE PLUVIALI

Le foreste pluviali ospitano popolazioni tribali che fanno affidamento sulla vegetazione che li circonda per il cibo, il riparo e le medicine. Oggi giorno però veramente pochissimi abitanti della foresta vivono in maniera tradizionale. La maggior parte è stata spostata in colonie esterne o è stata costretta a cambiare il proprio stile di vita secondo le esigenze dei vigenti governi.

Della restante popolazione delle foreste, l'Amazzonia ne detiene la più ampia popolazione, nonostante anche questa gente abbia ormai subito l'impatto con il mondo moderno. Pur infatti continuando ad usare la foresta per la caccia e per i raduni , la maggior parte degli Amerindi , così vengono chiamate queste popolazioni, coltiva le culture del luogo ( banane, riso, etc.) ma fa anche uso di merci occidentali ( come utensili di metallo, tegami, e pentole), e fa regolari spostamenti verso i villaggi o le città per procurarsi cibo e merci al mercato. Ma ancora oggi la popolazione delle foreste ci può insegnare molto su di queste. La loro conoscenza delle piante medicinali usate per curare le malattie è unica e grandissimo è il loro interesse per l'ecologia delle foreste. In Africa alcuni abitanti della foresta sono meglio conosciuti come pigmei. Il più alto tra questi ,chiamato Mbuti, spesso non supera il metro di altezza. I pigmei sicuramente si muovono nella foresta più facilmente delle popolazioni più alte.




Scritto da Rhett A. Butler. Tradotto da Gioia Gange, Zoe Magazine




Italiano | Circa il Web site | Fotos | Inglese | PDF

©2008 Rhett Butler